Quotidianità – Scrivere di Lapo

Scrivere di Lapo

Comincia un discorso parlando di marmitte e lo finisce parlando di marmotte, con tutti che lo guardano stupiti perché sono fermi alla marmellata che ci ha messo in mezzo e alle marmotte non è ancora arrivato nessuno, se mai ci arriverà…

Aggroviglia i concetti su se stessi in modo tale che per fortuna non lo paghi tu.

Sono anni che racconta di produrre occhiali ma riuscire a venderli è un’altra cosa: ultimo bilancio con oltre 10 mln di perdita su un fatturato di 15.

Il piano B è tentare di vendere le auto personalizzate più atroci che gli eccessi di chimica possano partorire.

Così le vende a sé stesso, che è l’unico  a poterle sfoggiare insieme agli abiti color delirio in acido che indossa abitualmente.

Come sentire i commenti al bar, dove le frasi che usa sono talmente fatte che ti sembra di sentire tirare su con il naso o scaldare la roba nel cucchiaino.

Se è molto fatto esce in pantofole e quando se ne accorge si inventa una moda.

Così ogni volta che tu dici “fatto” c’è qualcuno che ti chiede “Lapo?”, e tu ti chiedi perché diavolo ci sei cascato di nuovo.

Ogni volta che Lapo fa discorsi da imprenditore si sente la gente che ride a crepapelle e scuote la testa: Lapo ha cambiato pusher?

Si può parlare con il pusher? Magari migliora qualcosa, peggiorare è impossibile.

Tanti sono convinti che abbia un naso e vari trans. Il resto non conta.

Poi ha un fratello, che cerca di tenerlo al largo dalle auto che produce.

Una volta si sarebbe detto che era di bocca buona, andava a letto con qualunque cosa.

Adesso si sa per certo che, in linea con la mentalità imprenditoriale, ha fatto una scelta di ottimizzazione: nei trans trova tutto ciò che gli serve.

La prossima volta invece di inventarsi un rapimento con riscatto di 10.000 €, ha deciso di chiedere direttamente un’apertura di credito verso il pusher, così magari quando lo beccano non salta fuori il trans.

Non sappiamo bene che lingua parli ma se parla in inglese come parla in italiano, abbiamo capito perché glie ne vanno storte un casino: non c’è nessuno che capisce cosa vuol dire, neanche lui.

Però è un mito: se non mi fosse capitata sotto gli occhi una foto li Lapo, io oggi avrei rischiato di scrivere qualcosa di serio, e invece…

Buona giornata

L’impertinente

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *