Testate giornalistiche

In linea generale i fatti non esistono, o meglio, esiste la maniera di ognuno di viverli se si è partecipi, di raccontarli se per sentito dire, di illustrarli se di mestiere bisogna riempire una pagina da vendere a qualcuno con qualcosa di acquistabile.

Ma data la natura insidiosa dei fatti in sè, dotati di una dinamica propria spesso trascurata o mal interpretata per motivi personali da chiunque li racconti ad altri, l’impertinente non si soffermerà più di tanto sul fatto in quanto tale ma sulle possibili implicazioni che detto fatto potrebbe avere se, per caso, si verificasse… e via con le ipotesi stravaganti che magari sono le uniche vicine alla realtà ma che per via ufficiale sarebbe più scomodo diffondere.

Graditi i pareri intelligenti e ancora più “fantasiosi” di chi vuole commentare gli articoli.